Salame Brianza D.O.P.

SALAME BRIANZA, STORIA DELL’ ECCELLENZA ALIMENTARE ITALIANA

Il Salame Brianza è una delle eccellenze alimentari della Lombardia e del territorio della Brianza tanto da meritarsi il prestigioso riconoscimento D.O.P. (Denominazione di Origine Protetta) attribuito dall’Unione Europea ai prodotti alimentari di alta qualità capaci di valorizzare le caratteristiche del proprio territorio geografico di produzione.

 

Questi riconoscimenti internazionali sono preziosi per il patrimomo alimentare italiano perché permettono di arricchire i nostri prodotti di un’ulteriore difesa dalle imitazioni e dagli attacchi commerciali dei paesi concorrenti.
La Brianza, grazie al suo particolare clima, ha fatto di questo territorio la culla del Salame Brianza D.O.P. , uno tra i più gustosi salami italiani.

 

Si tratta di un salume con una tradizione centenaria con una lavorazione prettamente artigianale nella sua prima fase passata poi ad una fase più industriale capace di mantenere la qualità del prodotto e di conservare i preziosi insegnamenti dei salumieri brianzoli delle generazioni precedenti.

CENNI STORICI SULLA LAVORAZIONE DELLE CARNI SUINE

Le prime testimonianze storiche dell’allevamento suino nel territorio lombardo, da cui ha origine la tradizione del Salame Brianza D.O.P., risalgono all’antica Grecia e al periodo romano. Furono poi le popolazioni galliche insediate nel territorio brianzolo a elaborare e perfezionare le tecniche di sviluppo e conservazione delle carni suine.

 

La produzione dei salumi veri e propri risale all’epoca lombarda e venne ottimizzata dagli ordini monastici presenti nel territorio lombardo che incoraggiarono la lavorazione e la vendita dei prodotti derivanti dalle carni suine.

 

La notorietà dei salumi brianzoli si è sviluppata anche grazie all’apprezzamento derivante dagli abitanti delle importanti città della Lombardia che si spostavano nei periodi di villeggiatura tra le colline e i laghi della Brianza.

El salam l’è el salam

 

“Il salame è il salame”

CARATTERISTICHE DEL SALAME BRIANZA D.O.P.

Il Salame Brianza è prodotto esclusivamente dall’impasto di carni suine alle quali vengono aggiunti sale, pepe in pezzi o pepe macinato e in alcuni casi il vino.

In base alla dimensione del salame la macinatura della pasta varia così da ottenere una grana più fine per le pezzature minori e una grana un po’ più grossa per i formati maggiori.

 

Il periodo di stagionatura del Salame Brianza può variare tra le 3 e le 15 settimane a seconda della pezzatura. È disponibile in due formati:

– con peso massimo dopo la stagionatura di 300 g e macinatura a 4-4, 5 mm (macinato fine)
– con peso dopo la stagionatura oltre i 300 g e macinatura a 7-8 mm (macinato grosso)

 

Il Salame Brianza D.O.P. si presenta con consistenza compatta, forma cilindrica e con la pasta di colore rosso rubino. All’assaggio il sapore è delicato e dolce e non risulta mai acido.

Il Salame Brianza D.O.P. si può conservare in frigorifero avvolto in un canovaccio o in locali bui freschi e areati.

 

Il salame può far parte dell’alimentazione abituale di tutti con il classico panino, come antipasto o come secondo. Si accompagna ottimamente con formaggi freschi o stagionati, con alcuni frutti come mele e melograni e può essere utilizzato per gustose ricette.